Martedì, 05 Gennaio 2021

RELAZIONE DI INIZIO MANDATO

In seguito alle consultazioni elettorali del 4 e 5 ottobre 2020, Innocenzo Leontini è stato eletto Sindaco di Ispica con il 50,30% dei suffragi, pari a 4.541 preferenze. Ufficialmente proclamato Sindaco di Ispica il 06/10/2020, in data 30/10/2020 il neo eletto Sindaco ha prestato giuramento davanti al Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 50 del D.lgs. 267/2000 e, nella medesima seduta, ha relazionato sulla composizione della Giunta Municipale. La presente relazione viene redatta da province e comuni ai sensi dell’articolo 4-bis del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 149, recante: “Meccanismi sanzionatori e premiali relativi a regioni, province e comuni, a norma degli articoli 2,178, e 26 della legge 5 maggio 2009, n. 42”, al fine di garantire il coordinamento della finanza pubblica, il rispetto dell'unità economica e giuridica della Repubblica e il principio di trasparenza delle decisioni di entrata e di spesa. L’art. 4-bis del D. Lgs. n. 149 del 6 settembre 2011, articolo inserito dall’art. 1 bis, comma 3, del D.L. 10 ottobre 2012 n. 174, convertito con modificazioni, dalla legge 7 dicembre 2012 n. 213 dispone quanto segue: “1. Al fine di garantire il coordinamento della finanza pubblica, il rispetto dell’unità economica e giuridica della Repubblica e il principio di trasparenza delle decisioni di entrata e di spesa, le provincie e i comuni sono tenuti a redigere una relazione di inizio mandato, volta a verificare la situazione finanziaria e patrimoniale e la misura dell’indebitamento dei medesimi enti: che il Comune è tenuto a redigere una Relazione di Inizio Mandato volta a verificare la situazione finanziaria e patrimoniale e la misura dell’indebitamento dell’Ente. 2. La relazione di inizio mandato, predisposta dal responsabile del servizio finanziario o dal segretario generale, è sottoscritta dal presidente della provincia o dal sindaco entro il novantesimo giorno dall’inizio del mandato. Sulla base delle risultanze della relazione medesima, il presidente della provincia o del sindaco in carica, ove ne sussistano i presupposti, possono ricorrere alle procedure di riequilibrio finanziario vigenti.

Letto 188 volte