Tutte le notizie
Martedì, 19 Novembre 2019

Festa dell’Albero 2019… in Rete

Assessori Barone Quartarone IgnaccoloGiovedì 21 novembre il Comune di Ispica in rete con Regione Siciliana – Dipartimento Sviluppo Rurale e Territoriale di Ragusa, l’Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci”, l’Istituto Comprensivo “Padre Pio da Pietrelcina”, il circolo “Sikelion” di Legambiente e la Proloco “Spaccaforno” aderisce e promuove la Festa dell’Albero mettendo a dimora nuovi alberi, piccole piantine o semi, in difesa del clima, per la salvaguardia del Pianeta e di chi ci vive. Un’azione ecologica e nello stesso tempo educativa e sociale. La Festa dell'albero può essere l'inizio di un percorso che si rivolge a quelle comunità scolastiche interessate a cambiare i propri stili organizzativi e di vita per renderli più sostenibili e a contribuire in maniera concreta a contrastare i cambiamenti climatici. Sono previste n. 2 azioni: la piantumazione di 39 alberi, forniti dal Dipartimento Sviluppo Rurale e Territoriale di Ragusa, negli spazi terricoli di 6 plessi scolastici appartenenti ai due istituti comprensivi di Ispica; la piantumazione di piantine e semi nello spazio terricolo localizzato all’interno del Belvedere Lungocava in rete con il circolo “Sikelion” di Legambiente e la Proloco “Spaccaforno”.

Assessore alle Politiche Educative - Lino Quartarone
Assessore Politiche Ambientali – Mary Ignaccolo
Assessore Politiche Sociali – Evelina Barone
Il Sindaco – Pierenzo Muraglie

Domenica, 17 Novembre 2019

Nota stampa del 16.11.2019

nota del 16 11 2019La pazienza è finita!

Se entro lunedì non arriveranno risposte concrete alle domande poste, avvieremo azioni di protesta per far comprendere che non possiamo essere trattati da italiani di serie b. Il governo romano ha dimenticato la nostra Terra riconoscendo aiuti solo a Venezia ed al nord.
In pochissime ore per Venezia ed il nord si è mobilitato tutto il governo nazionale riconoscendo lo stato di emergenza e conseguenti misure economiche a vantaggio della città veneta: 20 milioni, aiuti per i privati e gli esercenti, sospensione dei mutui.
E per la Sicilia? Niente di niente.

Ispica e la Sicilia orientale sono stati completamente dimenticati. Attendiamo ancora il riconoscimento dello stato di emergenza e segnali precisi in favore di un territorio che è ancora in ginocchio perchè flagellato dall'alluvione. Le nostre aziende agricole, orgoglio di questo lembo di Sicilia, chiedono fiducia e risorse per ripartire.

Un territorio devastato nella viabilità extraurbana necessita di interventi urgenti per garantire sicurezza e serenità.
Non si chiede assistenzialismo ma semplicemente parità di trattamento.
Richiamiamo tutta la deputazione iblea, regionale e nazionale, a fare fino in fondo la propria parte con incisività.

Il nostro territorio ha bisogno di tutti.
Nessuno può stare a guardare in un momento di difficoltà così importante.

IL Sindaco
Pierenzo Muraglie

Festa dell'AlberoIn rete con Regione Siciliana – Dipartimento Sviluppo Rurale e Territoriale di Ragusa, l’Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci”, l’Istituto Comprensivo “Padre Pio da Pietrelcina”, il circolo “Sikelion” di Legambiente e la Proloco “Spaccaforno”, il Comune di Ispica promuove ed aderisce alla manifestazione denominata "Festa dell’Albero”, che si svolgerà il 21 novembre 2019. Il tema scelto è “Portiamo verde e bellezza nelle città piantando nuovi alberi. Nei giardini delle scuole, nei parchi pubblici, nelle aree abbandonate al degrado” quindi un chiaro riferimento all’attualità e al ruolo decisivo delle nuove generazioni nella salvaguardia dell’ambiente.

L’iniziativa “Festa dell’Albero” vuole essere una campagna di sensibilizzazione a favore dell'ambiente consapevoli che gli alberi assorbono anidride carbonica e restituiscono ossigeno, proteggono la biodiversità, hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico. La Festa dell’Albero può essere l’inizio di un percorso che si rivolge alle comunità scolastiche interessate a cambiare i propri stili organizzativi e di vita per renderli più sostenibili e a contribuire in maniera concreta a contrastare i cambiamenti climatici.

L’iniziativa è inoltre in linea con la legge 29 gennaio 1992, n. 113, conosciuta come “Un albero per ogni nato”, che dispone l’obbligo per il comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni bambino nato o adottato; legge nata da un chiaro intento ecologico, ai fini dell'equilibrio tra comunità umana e ambiente naturale, dell'educazione civica ed ambientale, nella quale si rintraccia l’impronta culturale del riconoscimento del legame simbolico tra la nascita e la vita umana e la vitalità e la rigenerazione degli alberi.

 

Assessore Politiche Educative – Lino Quartarone
Assessore Politiche Ambientali – Mary Ignaccolo
Assessore Politiche Sociali – Evelina Barone
Il Sindaco – Pierenzo Muraglie

comunicati stampaOnorevole Presidente del Consiglio,

con precedenti note ho segnalato i gravissimi danni prodotti dagli eccezionali eventi atmosferici che hanno flagellato il nostro territorio tra il 25 e 26 ottobre 2019, per cui la Regione Siciliana ha già dichiarato lo stato di calamità naturale e si attende sia deliberato lo stato di emergenza al fine di ottenere ogni possibile forma di ristoro.

Purtroppo, questo malaugurato autunno sta continuando a flagellare diverse Regioni del nostro Paese con altri disastrosi eventi alluvionali, come quello che ha colpito Venezia lo scorso 12 novembre; eventi per cui, come tutti sono profondamente rattristato, come sono solidale con i suoi amministratori e con quelli di ogni altro comune, anche il più piccolo, chiamati d'un tratto a gestire i drammi di tante famiglie, imprese e territori, messi in ginocchio dagli eventi catastrofici della natura.

Questa sincera solidarietà; tuttavia, non m'impedisce di temere che, le attenzioni e gli impegni della politica nazionale, per rappresentarsi al meglio, seguano la scia mediatica, concentrandosi su quelle città e territori, soprattutto del Nord, che attirano i maggiori riflettori. Come se un alluvione o un terremoto non seminasse la stessa distruzione a qualsiasi latitudine, nord o sud, Venezia o Ispica che sia. E come se ogni territorio e città o piccolo paese, non meritassero tutti la stessa attenzione e lo stesso impegno delle istituzioni, al servizio di tutta la Nazione e di tutti i suoi cittadini, veneti, lombardi o siciliani.

La invito, perciò, a far sì che, per gli eventi alluvionali che hanno colpito la città di Ispica, non abbia a ripetersi, per l'ennesima volta, quanto è sempre accaduto in passato, quando i territori del Sud, e della Sicilia in particolare, sono stati abbandonati in balia dei propri disastri, da cui è stato ed è difficile - se non impossibile - risollevarsi da soli, senza l'ausilio delle Istituzioni. Perché, Le ricordo che, senza tali aiuti che ci spettano, questo territorio, toccato troppo duramente nella propria economia e quindi nelle proprie risorse vitali, non potrà riprendersi facilmente e in tempi ragionevoli. E così una realtà produttiva che nel settore agroalimentare è stata - e può continuare ad essere - fiore all'occhiello dell'intera economia siciliana, andrebbe a sommarsi a quelle realtà incolpevolmente inerti che accrescono ulteriormente il divario esistente nello sviluppo economico e sociale tra nord e sud, con le tante conseguenze che la storia anche recente ci ha insegnato e che tutti i programmi politici di ogni governo, come pure il Suo, dichiarano di voler combattere e risolvere.

Attendo perciò che i fatti smentiscano i miei timori e che l'attenzione e l'impegno del governo nazionale siano indirizzati nella giusta misura agli eccezionali eventi atmosferici ed ai danni prodotti che hanno colpito il territorio di Ispica nelle ultime settimane.

A tal fine la presente è rimessa per conoscenza al Governatore della Regione Siciliana e alla Deputazione iblea, affinché assicurino tutta la loro doverosa attenzione a quanto segnalato e mettano in campo ogni azione politica ed istituzionale, che possa essere utile allo scopo.

Confidando in tutto quanto sopra, resto in attesa di ogni possibile positivo riscontro.

Distinti saluti.

Dalla Residenza Municipale.

Il Sindaco
Lucio Muraglie

Il Comune di Ispica rende noto che intende verificare l'interesse dei soggetti operanti nel settore e che abbiano i requisiti richiesti.

La relativa istanza / manifestazione di interesse, conforme al modello predisposto dall’ufficio ed allegato al presente avviso, deve essere presentata in carta semplice con indicazione dei propri riferimenti, delle generalità, i dati di iscrizione all'Albo Provinciale dei Direttori e/o Istruttori di cantieri di lavoro per disoccupati, dell'attività pregressa nel campo dei cantieri di lavoro e della dichiarazione relativa all'assenza di impedimenti a contrarre con la Pubblica Amministrazione e di accettazione delle condizioni indicate nel presente avviso…

Il Responsabile IV Settore
geom. Salvatore Nigito

Il Comune di Ispica rende noto che intende verificare l'interesse dei professionisti operanti nel settore e che abbiano i requisiti richiesti.

La relativa istanza / manifestazione di interesse, conforme al modello predisposto dall’ufficio ed allegato al presente avviso, deve essere presentata in carta semplice con indicazione dei propri riferimenti, delle generalità, del numero d'iscrizione all'ordine professionale di appartenenza e di quello relativo all'Albo Unico Regionale, dell'attività pregressa nel campo dei cantieri di lavoro e della dichiarazione relativa all'assenza di impedimenti a contrarre con la Pubblica Amministrazione e di accettazione delle condizioni indicate nel presente avviso…

Il Responsabile IV Settore
geom. Salvatore Nigito

Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuolePer chi ama leggere, per chi vuole cimentarsi con l’interpretazione a voce alta dei propri libri preferiti, e per chi ancora non ha scoperto il potere coinvolgente della lettura, Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole è un’occasione imperdibile, una sfida gioiosa alla creatività di studenti e professori. L’invito, anche in questa sesta edizione, dall’11 al 16 novembre 2019, è lo stesso: includere nelle attività scolastiche delle sei giornate iniziative di lettura ad alta voce svincolate da ogni valutazione scolastica. Quest’anno, inoltre, il Centro per il libro e la lettura propone tre filoni tematici. Su proposta dell’Assessorato alle Politiche Educative è stato scelto quello dedicato al ruolo decisivo delle nuove generazioni nella lotta ai cambiamenti climatici “Noi salveremo il pianeta” e la bibliografia, per la scuola primaria e secondaria di primo grado, è disponibile per docenti ed alunni c/o la Biblioteca comunale “Luigi Capuana”. Colgo l’occasione per ringraziare i dirigenti scolastici, Prof.sse Elisa Faraci e Rosaria Maltese, rispettivamente degli istituti comprensivi “Padre Pio da Pietrelcina” e “Leonardo da Vinci” di Ispica e tutto il corpo docenti per la disponibilità profusa e per il quotidiano lavoro svolto in ambito scolastico a favore delle nuove generazioni

Qui potete consultarla on -line http://www.libriamociascuola.it/II/?p=11475

L’Assessore alle Politiche Educative
Lino Quartarone

Lunedì, 11 Novembre 2019

ORDINANZA N.59 del 11/11/2019

allerta meteo

IL SINDACO

Visto quanto pervenuto tramite P.E.C. in data 11/11/2019 dalla Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ragusa, area V - Protezione Civile Difesa Civile e Soccorso Pubblico, in riferimento all'avviso meteo di condizioni meteo avverse, il cui contenuto qui si richiama integralmente:

Visto l'avviso regionale di Protezione Civile per il rischio meteo idrogeologico e idraulico n. 19315 prot. n. 61801 dell'11/11/2019, con il quale si comunica che per la Zona F Sud-Orientale - Versante Stretto di Sicilia, è stato dichiarato il livello di allerta '"'ROSSO ALLARME" - Rischio Idrogeologico e idraulico.

Atteso che le segnalazioni sopraccitate evidenziano l'esistenza di un potenziale pericolo per l'incolumità dei cittadini ed in particolare della popolazione scolastica, scaturente dalla situazione di allerta meteo di particolare allarme;

Ritenuto di dover tutelare la pubblica incolumità con particolare riguardo alla popolazione studentesca;

Valutata la situazione locale che fa ritenere opportuno prevedere in tutto il territorio comunale la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, al fine di tutelare la pubblica e privata incolumità, diminuendo i fattori di rischio per la popolazione:

Vista la legge del 24 febbraio 1992, n. 225;

ORDINA

La chiusura, su tutto il territorio comunale, delle scuole di ogni ordine e grado, nella giornata di martedì 12 novembre 2019.

INVITA

Tutta la popolazione a prestare particolare attenzione negli spostamenti a piedi e in automobile e di limitarli, comunque, a situazioni di stretta necessità.

La presente ordinanza verrà portata a conoscenza dei Dirigenti Scolastici interessati e, della stessa, verrà data massima diffusione tramite tutti i mezzi di comunicazione e il sito ufficiale internet del Comune.


La presente Ordinanza verrà comunicata al D.R.P.C. - Servizio per la Provincia di Ragusa, alla Prefettura di Ragusa, al Comando di P.M. e alla locale Stazione dei Carabinieri, per la predisposizione degli strumenti ritenuti necessari e/o utili alla sua attuazione.

Il Segretario del C.O.C.
geom. Salvatore Nigito

Il Sindaco
Lucio Muraglie

 

Lunedì, 11 Novembre 2019

AVVISO ALLA CITTADINANZA

allerta meteoAVVISO ALLA CITTADINANZA

Lunedì 11.11.2019 chiuse le scuole di ogni ordine e grado per allerta meteo.

RISCHIO METEO-IDROGEOLOGICO E IDRAULICO. 

Dalle ore 00 alle 24 di domani 11/11/19 allerta ARANCIONE nel nostro territorio per temporali.

SI RACCOMANDA MASSIMA PRUDENZA E DI LIMITARE GLI SPOSTAMENTI ALLO STRETTO NECESSARIO.

Numeri Utili: 

  • C.O.C: 0932.701801/0932.701806 
  • Polizia locale: 0932.950502

IL SINDACO PIERENZO MURAGLIE

Domenica, 10 Novembre 2019

ORDINANZA N.58 del 10/11/2019

allerta meteoIL SINDACO

Visto quanto pervenuto tramite P.E.C. in data 10/11/2019 dalla Prefettura — Ufficio Territoriale del Governo di Ragusa, area V — Protezione Civile Difesa Civile e Soccorso Pubblico, in riferimento all'avviso meteo n. 19107 prot. n.PRE/0057816 del 10/11/2019 di condizioni meteo avverse, il cui contenuto qui si richiama integralmente;

Visto l'avviso regionale di Protezione Civile per il rischio meteo idrogeologico e idraulico n. 19314 prot. n. 61637 del 10/11/2019, con il quale si comunica che per la Zona F Sud-Orientale - Versante Stretto di Sicilia, è stato dichiarato il livello di allerta "ARANCIONE PREALLARME"- Rischio Idrogeologico e idraulico.

Atteso che le segnalazioni sopraccitate evidenziano l'esistenza di un potenziale pericolo per l'incolumità dei cittadini ed in particolare della popolazione scolastica, scaturente dalla situazione di allerta meteo di particolare allarme;

Ritenuto di dover tutelare la pubblica incolumità con particolare riguardo alla popolazione studentesca;

Valutata la situazione locale che fa ritenere opportuno prevedere in tutto il territorio comunale la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, al fine di tutelare la pubblica e privata incolumità, diminuendo i fattori di rischio per la popolazione;

Vista la legge del 24 febbraio 1992, n. 225;

ORDINA

La chiusura, su tutto il territorio comunale, delle scuole di ogni ordine e grado, nella giornata di lunedì 11 novembre 2019.

INVITA

Tutta la popolazione a prestare particolare attenzione negli spostamenti a piedi e in automobile e di limitarli, comunque, a situazioni di stretta necessità.

La presente ordinanza verrà portata a conoscenza dei Dirigenti Scolastici interessati e, della stessa, verrà data massima diffusione tramite tutti i mezzi di comunicazione e il sito ufficiale internet del Comune.

La presente Ordinanza verrà comunicata al D.R.P.C. — Servizio per la Provincia di Ragusa, alla Prefettura di Ragusa, al Comando di P.M. e alla locale Stazione dei Carabinieri, per la predisposizione degli strumenti ritenuti necessari e/o utili alla sua attuazione

Il Segretario del C.O.C
geom. Salvatore Nigito

Il Sindaco
Lucio Muraglie