Tutte le notizie

A seguito degli incontri tenutosi lo scorso gennaio e nelle scorse settimane al Genio Civile di Ragusa tra Il Sindaco Pierenzo Muraglie ed il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Roccuzzo con l'Ing. Capo Pagano, il RUP Leggio, il Dott. Di Pasquale abbiamo ricevuto l’esito delle prove di cessione e preso atto dell’avvenuta firma del contratto con la ditta incaricata dell’esecuzione dei lavori per la manutenzione straordinaria del Canale Circondariale di Bonifica.

Si è proceduti spediti e grazie alla fattiva collaborazione la scorsa settimana hanno avuto inizio i lavori.

I lavori proseguiranno con la pulizia e manutenzione straordinaria del Canale Circondariale dallo sbocco a mare, già liberato, per circa 6 km, e finalmente verrà superata
una delle più ricorrenti criticità che contribuiscono alle esondazioni del Canale, ovvero il ponte di Cozzo Muni che verrà rimosso.

L’intervento pari a oltre 650.000 euro è interamente finanziato con i fondi della Protezione Civile Regionale grazie all’inserimento nel piano degli interventi redatto a seguito dell’alluvione del Gennaio 2017. Considerato che lo stanziamento iniziale è pari ad 820.000, stiamo interloquendo con la Regione per utilizzare l’economia del ribasso d’asta per la ricostruzione del ponte.


Nel frattempo continua il nostro impegno per eliminare le varie cause che contribuiscono al verificarsi di eventi calamitosi - dichiarano il Sindaco Muraglie ed il Presidente del Consiglio Comunale Roccuzzo - attraverso il dialogo e la collaborazione con la Regione, la Protezione Civile ed il Genio Civile con l'obiettivo di vedere inseriti nel piano degli interventi della Protezione Civile stanziamenti considerevoli per tutelare il nostro territorio, i nostri concittadini e le attività produttive, a partire da Cava Mortella al ripristino della sezione idraulica dei canali e corsi d’acqua.

Il Presidente del Consiglio Comunale

Giuseppe Roccuzzo

 

Il Sindaco

Pierenzo Muraglie

Programma Cerimonia di premiazionePer la categoria Pubbliche Amministrazioni il Comune di Ispica arriva tra i finalisti del concorso nazionale. La cerimonia di premiazione dell’undicesima edizione, che si è svolta in tutta Europa dal 16 al 24 novembre 2019 e che ha visto in Italia ben 5814 azioni programmate, si terrà venerdì 27 marzo, online e in streaming. La giuria è composta dal comitato promotore nazionale formato da Ministero dell’Ambiente, UNESCO, Utilitalia, Città Metropolitana di Torino, Legambiente, Regione Siciliana, ANCI e AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale).

Lino Quartarone, action developer Serr 2019 ed assessore alla politiche educative, insieme a Mary Ignaccolo, assessore alle politiche ambientali, e Pierenzo Muraglie, sindaco della città di Ispica, esprimono soddisfazione per questo risultato che premia un lavoro di rete in corso d’opera, svolto costantemente sul territorio, in collaborazione con gli istituti scolastici della città (I.I.S. “G.Curcio” - I.C. “P.P. da Pietrelcina” - I.C. “L. da Vinci”), l’azienda Tech Servizi e le associazioni Proloco “Spaccaforno” e Sikelion di Legambiente.

Maggiori informazioni sul programma della cerimonia di premiazione al seguente link: https://www.envi.info/blog/2020/03/12/serr-2019-streaming/

Lino Quartarone - Assessore Politiche Educative
Mary Ignaccolo – Assessore Politiche Ambientali
Pierenzo Muraglie – Sindaco Città di Ispica

emergenza coronavirus raccomandazione persone isolamento domiciliare1. La persona con sospetta o accertata infezione COVID-19 deve stare lontana dagli altri familiari, se possibile, in una stanza singola ben ventilata e non deve ricevere visite.

2. Chi l’assiste deve essere in buona salute e non avere malattie che lo mettano a rischio se contagiato.

3. I membri della famiglia devono soggiornare in altre stanze o, se non è possibile, mantenere una distanza di almeno 1 metro dalla persona malata e dormire in un letto diverso.

4. Chi assiste il malato deve indossare una mascherina chirurgica accuratamente posizionata sul viso quando si trova nella stessa stanza. Se la maschera è bagnata o sporca per secrezioni è necessario sostituirla immediatamente e lavarsi le mani dopo averla rimossa.

5. Le mani vanno accuratamente lavate con acqua e sapone o con una soluzione idroalcolica dopo ogni contatto con il malato o con il suo ambiente circostante, prima e dopo aver preparato il cibo, prima di mangiare, dopo aver usato il bagno e ogni volta che le mani appaiono sporche.

6. Le mani vanno asciugate utilizzando asciugamani di carta usa e getta. Se ciò non è possibile, utilizzare asciugamani riservati e sostituirli quando sono bagnati.

7. Chi assiste il malato deve coprire la bocca e il naso quando tossisce o starnutisce utilizzando fazzoletti possibilmente monouso o il gomito piegato, quindi deve lavarsi le mani.

8. Se non si utilizzano fazzoletti monouso, lavare i fazzoletti in tessuto utilizzando sapone o normale detergente con acqua.9. Evitare il contatto diretto con i fluidi corporei, in particolare le secrezioni orali o respiratorie, feci e urine utilizzando guanti monouso.

10. Utilizzare contenitori con apertura a pedale dotati di doppio sacchetto, posizionati all’interno della stanza del malato, per gettare guanti, fazzoletti, maschere e altri rifiuti.

11. Nel caso di isolamento domiciliare va sospesa la raccolta differenziata per evitare l’accumulo di materiali potenzialmente pericolosi che vanno invece eliminati nel bidone dell’indifferenziata.

12. Mettere la biancheria contaminata in un sacchetto dedicato alla biancheria sporca indossando i guanti. Non agitare la biancheria sporca ed evitare il contatto diretto con pelle e indumenti.

13. Evitare di condividere con il malato spazzolini da denti, sigarette, utensili da cucina, asciugamani, biancheria da letto, ecc.

14. Pulire e disinfettare quotidianamente le superfici come comodini, reti e altri mobili della camera da letto del malato, servizi igienici e superfici dei bagni con un normale disinfettante domestico, o con prodotti a base di cloro (candeggina) alla concentrazione di 0,5% di cloro attivo oppure con alcol 70%, indossando i guanti e indumenti protettivi (es. un grembiule di plastica).

15. Utilizzare la mascherina quando si cambiano le lenzuola del letto del malato.

16. Lavare vestiti, lenzuola, asciugamani, ecc. del malato in lavatrice a 60-90°C usando un normale detersivo oppure a mano con un normale detersivo e acqua, e asciugarli accuratamente.

17. Se un membro della famiglia mostra i primi sintomi di un’infezione respiratoria acuta (febbre, tosse, mal di gola e difficoltà respiratorie), contattare il medico curante, la guardia medica o i numeri regionali.

18. Evitare il trasporto pubblico per raggiungere la struttura sanitaria designata; chiamare un’ambulanza o trasportare il malato in un’auto privata e, se possibile, aprire i finestrini del veicolo.

19. La persona malata dovrebbe indossare una mascherina chirurgica per recarsi nella struttura sanitaria e mantenere la distanza di almeno 1 metro dalle altre persone.

20. Qualsiasi superficie contaminata da secrezioni respiratorie o fluidi corporei durante il trasporto deve essere pulita e disinfettata usando un normale disinfettante domestico con prodotti a base di cloro (candeggina) alla concentrazione di 0,5% di cloro attivo oppure con alcol 70%

Qui di seguito sono indicati gli indirizzi PEC ed EMAIL ai quali inoltrare le comunicazioni:
 
se si spedisce via PEC:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
se si spedisce via EMAIL

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Disinfezione del territorio urbano

Lunedì 16 marzo

a partire dalle ore 22:00

DISINFEZIONE

di tutto il territorio urbano


emergenza coronavirus dcpm 11 marzo 2020Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 sull'intero territorio nazionale.

 

Martedì, 10 Marzo 2020

Emergenza Coronavirus

emergenza coronavirusTutta l’Italia diventa zona protetta. Con il dpcm sottoscritto la sera 9 marzo dal presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, le misure restrittive già applicate per la Lombardia e le 14 province del nord più colpite dal coronavirus vengono estese a tutto il territorio nazionale. Il nuovo provvedimento entrato in vigore a partire dal 10 marzo avrà efficacia fino al 3 aprile.

Si può uscire di casa solo per esigenze lavorative, motivi di salute e necessità. Ove richiesto, queste esigenze vanno attestate mediante autodichiarazione, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia o scaricati da Internet. Una falsa dichiarazione è un reato.

DCPM 09.03.2020

Scarica il modulo di autocertificazione del Ministero dell'Interno

Lunedì, 09 Marzo 2020

AVVISO Al CITTADINI

Da lunedì 9 marzo tutti gli uffici comunali resteranno chiusi al pubblico per consentire di effettuare azione straordinaria di sanificazione dei locali.

Solo il Comando di Polizia Municipale, il Protocollo e l'Anagrafe Stato Civile restano aperti per motivi di urgenza. Successivamente sarà comunicata la data di apertura al pubblico degli uffici, ma sempre nel rispetto delle disposizioni ministeriali.

Pertanto l'accesso del pubblico agli uffici comunali è consentito ad una persona per volta e comunque in modo da rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di un metro e quant'altro utile alla salvaguardia della salute pubblica.

Il Sindaco
Lucio Muraglie

AVVISO Dl RETTIFICA

Oggetto:
Avviso di manifestazione di interesse per l'espletamento di procedura negoziata sotto soglia art.36, comma 2, lett b) del D.Lgs N.50/2016 e ss.mm.ii.) per l'affidamento del "Servizio di espurgo, lavaggio e disinfezione dei fanghi provenienti dagli impianti di depurazione comunali, svuotamento canali di raccolta e percolato della discarica per R.S.U. di c.da Graffetta (dismessa)"

In riferimento all'avviso indicato in oggetto in pubblicazione sul sito istituzionale dell'ente alle voci: Home - page e nella sottosezione Trasparenza - bandi e gare, avvisi dal 07/03/2020 al 23/03/2020 si comunica che per mero refuso di computer è stato riportato un indirizzo di posta certificata errato.
Pertanto, a parziale rettifica del sopracitato avviso, si comunica che l'indirizzo di posta certificata corretto è il seguente: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Responsabile del IV Settore
Servizi alla Città e LL.PP.
geom. Nigito Salvatore